Il Gal, Gruppo di azione locale dell’Appennino bolognese, ha emanato un bando a sostegno delle imprese agricole del territorio di competenza che intendano avviare lavori di costruzione o ristrutturazione di immobili destinati all’attività aziendale o acquistare macchinari o attrezzature adibite allo scopo d’impresa.

Beneficiari e condizioni di ammissibilità

I beneficiari del bando sono le persone fisiche che intendono costituire micro o piccola impresa extra-agricola esclusivamente sotto forma di impresa individuale oppure le imprese individuali, le società (di persone, di capitale, cooperative), soggetti che esercitano la libera professione (purché in forma individuale) e le associazioni, non partecipate da soggetti pubblici, con caratteristiche di micro e piccole imprese, costituite da non più di un anno alla data di protoccolo della domanda di sostegno che esercitano attività extra agricola in forma esclusiva. Farà fede la data di iscrizione al Registro delle Imprese detenuto dalla Camera

Spese ammissibili

– costruzione/ristrutturazione immobili destinati all’attività aziendale; arredi funzionali all’attività; macchinari, impianti, attrezzature funzionali al processo innovativo aziendale; – impianti, attrezzature per la lavorazione/trasformazione/conservazione dei prodotti e/o servizi offerti o somministrati;  investimenti funzionali alla vendita;  veicoli purché strettamente funzionali alle attività extra agricola oggetto del finanziamento; allestimenti e dotazioni specifiche per veicoli aziendali strettamente necessari per svolgere l’attività extra agricola oggetto del finanziamento;  spese generali quali onorari di professionisti/consulenti e studi di fattibilità nel limite del 10%; investimenti immateriali quali: acquisizione/sviluppo programmi informatici, acquisizione di licenze per uso di brevetti o software informatici, promozione e comunicazione.

Sono ammissibili unicamente le spese sostenute in data successiva al protocollo della domanda di sostegno. Nel caso del beneficiario “A. persona fisica”, tutti i giustificativi di spesa dovranno essere intestati alla P. IVA e dunque all’impresa individuale costituita.

Entità investimenti e contributo

La spesa ammissibile va da un minimo di 15.000,00 euro a un massimo di 40.000,00 euro.

Il sostegno, in forma di contributo in conto capitale, sarà pari al 60% della spesa ammissibile per gli interventi posti nella Zona D “Aree rurali con problemi di sviluppo”; al 50% della spesa ammissibile per gli interventi posti nella zona C “Aree rurali intermedie”.

Tempi e modalità di consegna delle domande

Le domande di sostegno dovranno essere presentate tramite il Sistema Informativo di AGREA (SIAG) inderogabilmente entro e non oltre le ore 12 del 19 novembre 2019.

Share This