Per promuovere e favorire l’insediamento e lo sviluppo delle attività ricettive e turistico-ricreative dell’Emilia-Romagna, la Regione con la delibera di Giunta regionale ha approvato un bando che prevede contributi a fondo perduto per interventi di riqualificazione, ristrutturazione, ammodernamento e rinnovo delle attrezzature.

Possono presentare la domanda di finanziamento le strutture ricettive alberghiere e le strutture ricettive all’aria aperta, gli stabilimenti e le strutture balneari.

Tra le spese ammissibili, che devono essere pertinenti e funzionali all’esercizio dell’attività, figurano quelle per opere edili, murarie e impiantistiche; per l’acquisto di macchinari, attrezzature, impianti opzionali, finiture e arredi, di dotazioni informatiche, hardware, software e relative licenze d’uso, servizi di cloud computing, per la realizzazione di siti per l’e-commerce; spese per l’acquisto o allestimento di mezzi di trasporto per i quali la normativa vigente non richieda l’obbligo di targa ai fini della circolazione; per l’acquisizione di servizi di consulenza strettamente connessi alla realizzazione dei progetti, comprese le spese relative alle attività di progettazione, direzione lavori e collaudi, e/o necessari per la presentazione delle domande. 

La richiesta di contributo, la cui finestra si aprirà dalle ore 10 del giorno 15 ottobre 2019 alle ore 13 del giorno 3 dicembre 2019 (chiusura al raggiungimento delle 150 domande), dovrà essere compilata e inviata alla Regione per via telematica, tramite l’applicazione web Sfinge 2020.

(Fonte Unioncamere)

Share This