Quali sono i beneficiari del 5 per mille per l’anno 2020

4 Mag 2020 | News

modello 730 beneficiari 5 per mille dichiarazione redditiL’Agenzia delle entrate ha confermato che i beneficiari del 5 per mille che risultano già iscritti per gli anni precedenti, in assenza di modifiche, non sono tenuti a presentare nuovamente la domanda di iscrizione al relativo elenco. Sul sito internet dell’Agenzia, nella parte dedicata a contributo del “5 per mille 2020” si rammenta che “gli enti che sono presenti nell’elenco permanente degli iscritti 2020 non sono tenuti a trasmettere nuovamente la domanda telematica di iscrizione al 5 per mille e ad inviare la dichiarazione sostitutiva alla competente amministrazione”. I predetti soggetti sono tenuti all’invio di una nuova dichiarazione sostitutiva “soltanto nel caso in cui, entro il termine di invio della dichiarazione sostitutiva per lo stesso anno, sia variato il rappresentate legale rispetto a quello che aveva firmato la dichiarazione sostitutiva precedentemente inviata”. In tal caso, in particolare, per gli enti del volontariato il termine ultimo per l’invio della dichiarazione sostitutiva è il 30 giugno 2020 e a tal fine è disponibile il modello “Dichiarazione sostitutiva variazione rappresentante legale”, da inviare tramite raccomandata con ricevuta di ritorno o tramite PEC del rappresentante legale.

Quali sono i beneficiari del 5 per mille

Nel 2020 il contribuente potrà scegliere di destinare la quota del 5 per mille dell’Irpef risultante dalla dichiarazione dei redditi 2019 alternativamente alle seguenti finalità:

  • sostegno degli enti del volontariato
    • le organizzazioni non lucrative di utilità sociale iscritte nell’Anagrafe delle ONLUS, compresi gli enti che svolgono la propria attività nel settore della “cooperazione allo sviluppo e solidarietà internazionale”.
    • gli enti ecclesiastici delle confessioni religiose con le quali lo Stato ha stipulato patti, accordi o intese e associazioni di promozione sociale le cui finalità assistenziali sono riconosciute dal Ministero dell’Interno, iscritti nell’Anagrafe delle ONLUS in quanto ONLUS parziali, ossia limitatamente alle attività svolte nell’esclusivo perseguimento di finalità di solidarietà sociale.
    • le organizzazioni di volontariato iscritte nei registri.
    • le associazioni di promozione sociale iscritte nei registri nazionale, regionali e provinciali.
    • le organizzazioni non governative riconosciute idonee e inserite nell’elenco del Ministero degli Affari Esteri e della Cooperazione Internazionale. 
    • le cooperative sociali iscritte nell’Albo nazionale delle società cooperative, nonché consorzi di cooperative con base sociale formata interamente da cooperative sociali.
    • associazioni e fondazioni di diritto privato, iscritte nel registro delle persone giuridiche, che operano senza fine di lucro nei settori delle ONLUS.
  • finanziamento della ricerca scientifica e dell’Università;
  • finanziamento della ricerca sanitaria;
  • sostegno degli enti che svolgono attività di tutela, promozione e valorizzazione dei beni culturali e paesaggistici;
  • sostegno degli enti gestori delle aree protette;
  • sostegno delle attività sociali svolte dal Comune di residenza;
  • sostegno delle associazioni sportive dilettantistiche riconosciute dal Coni con una rilevante attività di interesse sociale.

 

Per qualsiasi informazione sulla corretta compilazione del modello 730 o per l’inserimento nel registro dei beneficiari del 5 per mille puoi contattare la sede di Confartigianato Bologna Metropolitana più vicina a te