Home 9 News 9 Emilia Romagna: una crescita senza precedenti al 6,5%

Emilia Romagna: una crescita senza precedenti al 6,5%

30 Dic 2021 | News

L’economia regionale nel 2021 ha galoppato, mettendo a segno una crescita stimata del Pil senza precedenti attorno al 6,5% con la prospettiva nel 2022 di colmare il gap con il 2019. Quindi il trend di crescita dovrebbe continuare l’anno prossimo anche se in misura minore, attorno al 3,8%. I dati emergono dal rapporto “Tendenze dell’economia regionale”, il monitoraggio annuale di Unioncamere Emilia-Romagna

Nonostante che la situazione sanitaria sia ancora piuttosto complessa, la ripresa trainata dalle misure di sostegno non si è fatta attendere anche sul fronte delle imprese attive che sono in aumento dello 0,5% in un anno. Si tratta del primo incremento registrato da 10 anni a questa parte.

La situazione occupazionale

Grazie alle misure a tutela dell’occupazione e alla ripresa l’occupazione media regionale è in crescita dello 0,7 per cento rispetto alla media dei primi nove mesi del 2020 (14mila occupati in più), ma risulta essere ancora inferiore al 2019 (-2%). Nello stesso periodo il tasso di disoccupazione è al 5,4 per cento.

La crescita della produzione

Nel complesso dei primi nove mesi del 2021, la produzione è salita del 11,5 per cento rispetto all’anno precedente e il livello di attività è risultato inferiore a quello del 2019 di solo il 2,3 per cento, con un andamento a “V” della ripresa

Grazie agli stimoli introdotti a sostegno del settore delle costruzioni, nei primi nove mesi dell’anno il volume d’affari a prezzi correnti del settore è aumentato del +6,3 per cento. Tra gennaio e settembre il livello di attività è risultato inferiore a quello dello stesso periodo del 2019 di solo il 2,1 per cento.

Crescita delle vendite

Le vendite a prezzi correnti del commercio al dettaglio hanno avuto una sensibile ripresa (+4,0 per cento) rispetto all’analogo periodo del 2020, che ha permesso di limitare la perdita residua rispetto allo stesso periodo del 2019 al 4,4 per cento.

Esportazioni

I primi nove mesi del 2021 si sono chiusi con una notevole crescita delle esportazioni (+7,1 per cento) sullo stesso periodo del 2019 per un aumento di controvalore prossimo a 6,5 miliardi di euro. L’Emilia-Romagna ha fatto registrare un aumento superiore a quello delle altre grandi regioni esportatrici (nell’ordine Lombardia, Emilia-Romagna, Veneto e Piemonte).

Il turismo

L’industria turistica regionale chiude i primi nove mesi del 2021 con una stima di 44,5 milioni di presenze, in aumento del +27,8 per cento rispetto ai circa 34,8 milioni registrati nel 2020, ma ancora inferiori del -19 per cento rispetto ai 54,9 milioni del 2019, prima dello scoppio della pandemia.

Vai al Rapporto e alle tabelle elaborate da Unioncamere Emilia Romagna