Coronavirus, disponibile il nuovo modello per l’autodichiarazione

5 Mag 2020 | Coronavirus, News

Il Governo ha reso disponibile, sul suo sito internet, il nuovo modello per l’autodichiarazione sugli spostamenti, in vigore dallo scorso 8 marzo 2020. Tale versione del Modello per l’autodichiarazione è aggiornata alle disposizioni introdotte dal Dpcm 26 aprile 2020.

È comunque consentito l’utilizzo del modello autodichiarazione versione 26 marzo, purché si proceda a barrare le voci non più attuali, come indicato dal modello presente sul predetto sito del Ministero.

In particolare, dovranno essere barrate:

  1. la dicitura “per trasferimenti in comune diverso”, presente alla voce “assoluta urgenza”;
  2. la dicitura “per spostamenti all’interno dello stesso comune e che rivestono carattere di quotidianità o che, comunque, siano effettuati abitualmente in ragione della brevità delle distanze da percorrere”, di cui alla voce “situazioni di necessità”
  3. le motivazioni presenti nella parentesi sotto le righe bianche nelle quali la persona sottoposta al controllo è tenuta a specificare in maniera più dettagliata le ragioni dello spostamento.

 

Il nuovo modello di autodichiarazione

Con il nuovo modello il cittadino dovrà continuare a dichiarare di:

  1. non essere sottoposto alla misura della quarantena ovvero di non essere risultato positivo al Covid-19
  2. essere a conoscenza delle misure di contenimento del contagio vigenti nonché delle sanzioni
  3. essere a conoscenza delle eventuali ulteriori restrizioni disposte dai Presidenti delle Regioni nelle quali avviene lo spostamento, precisando:
    1. – sia la Regione di partenza che quella di arrivo, nonchè
    2. – il motivo dello spostamento, che deve rigorosamente rientrare tra quelli espressamente consentiti.
  4. che lo spostamento sia determinato da una delle motivazioni già precedentemente indicate (comprovate esigenze lavorative, assoluta urgenza, situazione di necessità o motivi di salute).

 

Per qualsiasi informazione al riguardo non esitare a contattare l’ufficio di Confartigianato Bologna Metropolitana più vicino a te