Premio ai lavoratori, le istruzioni dell’Agenzia delle Entrate

7 Apr 2020 | Coronavirus, News

premio lavoratori Il Decreto Legge de 17 marzo 2020, con le “Misure di potenziamento del Servizio sanitario nazionale e di sostegno economico per famiglie, lavoratori e imprese connesse all’emergenza epidemiologica da COVID-19”, indica per i lavoratori un premio ai lavoratori dipendenti che hanno lavorato nella propria azienda nel mese di marzo 2020.

Quali sono i lavoratori interessati dal premio

Per quanto riguarda i lavoratori interessati dall’erogazione del premio in parola il decreto individua i soli titolari di redditi di lavoro dipendente che siano in forza nel mese di marzo 2020 e che, nel corso del 2019, non abbiano ricevuto emolumenti superiori ai 40 mila euro. A tale riguardo si attendono chiarimenti circa la possibilità di ricevere il premio anche da parte del lavoratore che nel 2019 abbia percepito redditi, anche per importi superiori a 40.000 euro, ma di natura diversa da quelli da lavoro dipendente, se oggi risulta essere appunto dipendente.

A quanto ammonta il premio e come ottenerlo

Il premio spettante ai lavoratori dipendenti è pari a 100 euro e va riproporzionato al numero di giorni di lavoro svolti da ciascun lavoratore presso la propria sede di lavoro nel mese di marzo 2020.

A tale riguardo siamo in attesa di ricevere interpretazioni alla norma riguardo al concetto di “propria sede di lavoro”, che escluderebbe dal computo coloro che hanno lavorato in modalità smart working, da casa.

Il Legislatore ha previsto un arco temporale ampio per la corresponsione del premio: i sostituti d’imposta possono a corrispondere l’importo del premio a partire dalle retribuzioni corrisposte nel mese di aprile ed entro il termine di effettuazione delle operazioni di conguaglio di fine anno.

Pertanto, il premio può essere erogato già con le competenze di marzo, ancorché corrisposte nel mese di aprile 2020 e fino alle competenze di dicembre 2020.

I sostituti d’imposta possono recuperare l’importo versato a titolo di premio mediante la cosiddetta compensazione “orizzontale” ovvero l’esposizione di un codice tributo a credito sul Mod. F24.

Per qualsiasi informazione non esitare a contattare il nostro ufficio più vicino a te