dispositivi protezione individualeÈ stato pubblicato di recente un bando per il rimborso delle spese sostenute dalle imprese per l’acquisto di dispositivi di protezione individuale, a seguito dell’emergenza sanitaria da Covid-19 e al fine di sostenere la continuità, in sicurezza, dei processi produttivi delle imprese operanti su tutto il territorio nazionale.

Per qualsiasi informazione al riguardo, e per un aiuto nell’invio delle domande, non esitare a contattare l’Ufficio Credito di Confartigianato Bologna Metropolitana al numero verde 800 53 30 60 oppure inviando una e-mail alla dottoressa Federica Domenicali: f.domenicali@assimprese.bo.it

I beneficiari del bando per il rimborso spese sull’acquisto di dispositivi di protezione individuale

Possono beneficiare del rimborso previsto dal presente bando tutte le imprese, indipendentemente dalla forma giuridica, dal settore economico in cui operano e dal regime contabile adottato, che, alla data di presentazione della domanda di rimborso, sono in possesso dei seguenti requisiti:

  1. sono regolarmente costituite e iscritte come “attive” nel Registro delle imprese;
  2. hanno la sede principale o secondaria sul territorio nazionale;
  3. sono nel pieno e libero esercizio dei propri diritti, non sono in liquidazione volontaria e non sono sottoposte a procedure concorsuali con finalità liquidatoria.

Quanto vale il rimborso spese

Il rimborso sulle spese per l’acquisto di Dpi è concesso, nei limiti delle risorse disponibili, nella misura del 100% delle spese ammissibili e nel limite massimo di 500,00 euro per ciascun addetto dell’impresa cui sono destinati i dispositivi di protezione individuale e, comunque, fino a un importo massimo per impresa di 150.000,00 euro. L’impresa è tenuta a dichiarare, nella domanda di rimborso, il numero degli addetti a cui è riferibile l’acquisto di Dpi.

Quali sono i dispositivi di protezione individuale ammessi per il rimborso spese

Sono ammissibili al rimborso le spese sostenute dalle imprese per l’acquisto di Dpi le cui caratteristiche tecniche rispettano tutti i requisiti di sicurezza di cui alla vigente normativa. A tal fine, sono ammissibili le seguenti tipologie:

  • mascherine filtranti, chirurgiche, FFP1, FFP2 e FFP3;
  • guanti in lattice, in vinile e in nitrile;
  • dispositivi per protezione oculare;
  • indumenti di protezione, quali tute e/o camici;
  • calzari e/o sovrascarpe;
  • cuffie e/o copricapi;
  • dispositivi per la rilevazione della temperatura corporea;
  • detergenti e soluzioni disinfettanti/antisettici.

Come e quando trasmettere la domanda di rimborso

FASE 1 – PRENOTAZIONE DEL RIMBORSO: A partire dal giorno 11 maggio 2020 ed entro il giorno 18 maggio 2020 dalle ore 9 alle ore 18 di tutti i giorni lavorativi, dal lunedì al venerdì. Ciascuna impresa può presentare una sola prenotazione di rimborso.

FASE 2 – PUBBLICAZIONE DELL’ELENCO CRONOLOGICO DELLE PRENOTAZIONI DEL RIMBORSO: Entro tre giorni dal termine finale per l’invio della prenotazione del rimborso è pubblicato l’elenco di tutte le prenotazioni correttamente inoltrate dalle imprese nell’ambito della fase 1, ordinate secondo il criterio cronologico definito sulla base dell’orario di arrivo della richiesta.

FASE 3 – COMPILAZIONE E ISTRUTTORIA DELLA DOMANDA DI RIMBORSO: Le imprese la cui prenotazione risulta collocata, nell’elenco di cui alla fase 2, in posizione utile devono compilare la domanda di rimborso attraverso la procedura informatica a partire dalle ore 10 del giorno 26 maggio 2020 ed entro le ore 17 del giorno 11 giugno 2020, pena la decadenza della prenotazione.

Clicca qui Bando Impresa Sicura o sul link sotto per scaricare l’allegata scheda del bando

Allegati alla pagina