Al via il Baccanale 2020 “#acasaefuori” modificato in seguito alla nuova emergenza

30 Ott 2020 | News

Al via a Imola l’edizione 2020 del Baccanale sul tema #acasaefuori che deve fare i conti con la nuova emergenza da Covid-19. L’evento che è in programma dal 31 ottobre al 22 novembre, ha quindi rivisto la sua programmazione.

L’inaugurazione è prevista al teatro Ebe Stignani di Imola il 31 ottobre e, purtroppo si svolgerà a porte chiuse e verrà trasmesso in streaming attraverso la pagina facebook della manifestazione. 

L’attività dei ristoranti, che propongono i loro menu a tema, potrà proseguire, con i limiti di accesso e gli orari previsti dal Dpcm 24 ottobre. Tuttavia sarà possibile offrire ai loro clienti il servizio di asporto e la consegna a domicilio.

“Diamo un segnale di vicinanza agli operatori”

E proprio su questo aspetto si concentra la riflessione di Amilcare Renzi, segretario di Confartigianato Bologna Metropolitana. “Il Baccanale è un evento che la città sa saputo costruire negli anni fino a farlo diventare un patrimonio di tutto il territorio e non solo. Una manifestazione capace di valorizzare la nostra cultura enogastronomica e tutte quelle imprese che operano garantendo prodotti di qualità assoluta. Purtroppo l’edizione 2020 cade in un periodo molto complesso e difficile, i bar e i ristoranti devono chiudere alle 18, molte iniziative non potranno svolgersi. A maggior ragione questo è il momento di fare sentire tutta la nostra vicinanza, come associazione, ma anche come cittadini, a tutti quegli operatori che oggi sono penalizzati, ma che negli anni hanno garantito a tutti i nostri territori una qualità dell’accoglienza che non ha eguali. Nel rispetto di tutte le regole degustiamo i loro prodotti negli orari di pranzo e mi auguro, questo è il nostro appello, che l’asporto, che tutti loro stanno predisponendo, possa diventare quell’occasione in più per assaggiare ciò che i nostri ristoratori ci propongono. Proprio l’asporto può diventare quel simbolo di coesione e mutua solidarietà che questo territorio è sempre stato capace di esprimere”.

Un Baccanale più lungo

Il Comune di Imola intende inoltre prolungare per i ristoratori la durata della manifestazione oltre il 22 novembre, per dare la possibilità a tutti di proseguire l’attività prevista precedentemente all’approvazione del Dpcm. “Sulla spinta di questa rinnovata unità tra cittadini e operatori mi sembra una buona idea, qualora le condizioni lo permettano, un prolungamento del Baccanale, nei suoi aspetti realizzabili, per farlo diventare un ponte di collegamento con le festività natalizie”, conclude Renzi.

Sul sito della manifestazione è riportato nel dettaglio il nuovo programma della manifestazione, nonché i recapiti per i servizi aggiuntivi dei ristoratori. Inoltre nella sezione dedicata ai menu e ai ristoranti è possibile cercare, tramite un apposito filtro, i ristoranti che svolgono anche l’attività di asporto e consegne a domicilio.