A partire dal termine dell’anno scolastico 2010/2011, per i ragazzi e le ragazze in possesso di un diploma di scuola superiore, è possibile continuare gli studi anche all’interno dei percorsi biennali ITS. Si tratta di una opportunità formativa presente su tutto il territorio nazionale grazie ai contributi del MIUR e delle Regioni. 

Quelli proposti sono percorsi che rappresentano un’alternativa all’università, con caratteristiche metodologiche e didattiche diverse, avendo un legame molto forte con il sistema delle imprese e quindi proponendo una didattica orientata all’apprendimento laboratoriale, con lo svolgimento del 40% del percorso in azienda grazie agli stage. 

In Emilia-Romagna gli ITS, cioè le “nuove scuole di tecnologia avanzata” sono sette e coprono tutti i settori tecnologici che richiedono competenze avanzate e specializzazione tecnologica. L’offerta formativa 2018/2020 comprende 26 percorsi ITS presenti su tutto il territorio regionale. 

Fra i 26 percorsi vi sono alcune proposte che rientrano all’interno di un finanziamento aggiuntivo del MIUR che ha definito un piano di sviluppo nazionale “Impresa 4.0”, che è statao messo a regime dopo anni di sperimentazione realizzata, denominato “Progetto ITS 4.0”. Questi progetti hanno evidenziato il ruolo degli ITS come agenti di promozione dell’innovazione in sinergia con le imprese (di medie e grandi dimensioni), favorendo l’introduzione di metodologie didattiche (come il design thinking) e processi di lavoro molto complessi, come quelli legati all’introduzione di nuove tecnologie. Questi corsi partiranno nel mese di dicembre e fino al 7 dicembre 2018 è possibili iscriversi alle selezioni.

(Fonte Unioncamere)

Share This