A partire dal 18 novembre 2019, e fino al 18 dicembre 2019, sarà possibile presentare domanda di ammissione al nuovo bando, emanato dalla Regione Emilia-Romagna a sostegno dei servizi innovativi. Il bando, che ha lo scopo di rafforzare la capacità di innovare delle Pmi regionali, mette a disposizione 2 milioni di euro di Fondi europei Por Fesr 2014-2020. I progetti possono variare da un costo minimo di 20 mila euro a un massimo di 80 mila euro. Le agevolazioni sono concesse nella forma del contributo alla spesa, nella misura del 50% delle spese ammissibili.  

L’intervento mira in particolare a sostenere quelle imprese che necessitino di acquisire all’esterno i servizi innovativi necessari e le competenze per completare, anche dal punto di vista manageriale, i processi di innovazione per la loro introduzione sul mercato. Saranno pertanto finanziabili progetti di innovazione tecnologica e diversificazione dei prodotti e/o servizi, con l’obiettivo di accrescere la quota di mercato o di entrare in nuovi mercati. Le iniziative progettuali dovranno riguardare interventi di ampliamento della gamma dei prodotti e/o servizi; la loro significativa ridefinizione tecnologica e funzionale in senso innovativo; l’introduzione di contenuti e processi digitali e di innovazione di servizio in grado di modificare in modo sostanziale il rapporto con clienti e stakeholders; la ricaratterizzazione dei prodotti e dei servizi verso la sostenibilità ambientale, l’inclusione e la qualità di vita, la cultura e la società dell’informazione.

Le domande potranno essere trasmesse dal 18 novembre al 18 dicembre 2019 attraverso il portale Sfinge2020

Share This