Bonus Renzi, le novità confermate in vigore da luglio 2020

24 Apr 2020 | News

bonus renziLa Legge del 2 aprile 2020, che ha convertito il Dl del 5 febbraio 2020, ha confermato l’entrata in vigore, a partire dal prossimo 1 luglio 2020, delle novità in materia di Bonus Renzi.

Tra i contenuti di maggior rilievo si segnalano l’innalzamento della misura mensile del bonus da 80 a 100 euro con relativo incremento dei limiti di reddito per averne diritto in misura piena: si passa infatti da 24.600 euro a 28.000 euro. Interessante anche l’introduzione di un’ulteriore misura di sostegno al reddito sotto forma di detrazione dall’imposta lorda per i titolari di reddito complessivo compreso tra 28 mila e 40 mila euro.

Per qualsiasi informazione tale riguardo contatta l’ufficio di Confartigianato Bologna Metropolitana più vicino a te

Il Bonus Renzi da 80 a 100 euro

Per aver diritto al trattamento integrativo da 100 euro, i potenziali beneficiari, cioè i titolari di redditi di lavoro dipendente e/o di alcuni redditi assimilati, devono essere titolari di un reddito complessivo non superiore a 28 mila euro per periodo d’imposta e avere un’imposta lorda positiva determinata sul reddito da lavoro e al netto delle sole detrazioni di lavoro dipendente.

Secondo la norma al fine del calcolo per determinare il reddito complessivo non si considerano:

  • il reddito dell’unità immobiliare adibita ad abitazione principale e delle relative pertinenze
  • il trattamento in oggetto dal momento che non concorre alla formazione del reddito.

Occorre, invece, tenere conto della quota esente dei redditi agevolati prodotti da ricercatori e docenti residenti all’estero rientrati in Italia.

Se le condizioni in precedenza indicate risultano soddisfatte, il trattamento integrativo spetta in misura piena pari a 600 euro per l’anno 2020, cioè da luglio a dicembre; e pari a 1.200 euro a partire dall’anno 2021.

Detrazione fiscale

Beneficiari della detrazione d’imposta lorda, che sarà applicata per le prestazioni di lavoro rese dall’1 luglio al 31 dicembre 2020, sono i titolari di redditi di lavoro dipendente e/o di alcuni redditi assimilati il cui reddito complessivo sia compreso tra 28 mila e 40 euro. L’importo della detrazione è quantificato in funzione dell’ammontare del reddito complessivo.