il 2007 è terminato nell’incertezza di una ripresa timida, gracile, indebolita da un costo della vita sempre più alto e da una politica economica e fiscale che non è ancora decollata. L’anno appena cominciato porta dunque alle piccole e medie imprese tante aspettative e tante sfide importanti. Le imprese attendono ancora interventi realmente incisivi per tagliare sprechi e inefficienze, per contenere la spesa pubblica secondo criteri di efficienza e quindi per alleggerire la pressione fiscale sui piccoli e onesti imprenditori, che producono lavoro e ricchezza nei loro territori e che, non ci stanchiamo di dirlo con forza, fanno ogni giorno la loro parte per sostenere il Paese.
Nel nostro territorio siamo più fortunati che altrove, è vero. La storia di Bologna e Imola, ci parla di una capacità importante di dialogo, di relazione fra mondo del lavoro, istituzioni e società civile. Un dialogo, a volte anche nelle diversità, che vede noi di Confartigianato fra i protagonisti più convinti, e che ha permesso al nostro
territorio di crescere anche in questo ultimo anno, seppur a un ritmo molto minore che in passato.
Ma se è vero che le commesse alle nostre imprese non si sono fermate, è anche vero che si sono ridotte drasticamente le marginalità e questo fatto sta incidendo sugli investimenti. Sta incidendo sulla capacità di guardare al nostro futuro, di pensare a nuove generazioni di imprenditori che possano tenere caro un grande patrimonio di esperienza e sacrifici e portarlo nel domani.
Davanti a noi ci sono mesi incerti. La terribile impennata dei costi dell’energia e delle materie prime sembra non avere fine e la concorrenza internazionale è sempre più agguerrita. Le piccole e medie imprese stanno conservando le risorse per la gestione dell’esistente, per la manutenzione, per cercare di ridurre i costi e restare competitivi.
Dobbiamo stare uniti, mantenere il dialogo con la società e il radicamento al territorio. Dobbiamo tutti insieme tessere una rete robusta, che ci sorregga e ci dia forza. Noi di Confartigianato-Assimprese siamo impegnati a tutti i livelli per sostenere i nostri associati. A livello istituzionale, con la presenza attiva e propositiva in tutti i contesti istituzionali; svolgendo azioni di rappresentanza presso tutti i Comuni del territorio; comunicando attraverso i media le attività e le posizioni della nostra Associazione all’opinione pubblica, ponendo l’accento sulle eccellenze o sulle tematiche più sentite. Infine, ma certo non meno importante, l’aspetto che più ci avvicina: i servizi e le consulenze che ogni giorno eroghiamo alle imprenditrici e agli imprenditori per aiutare e agevolare la loro vita professionale e familiare.
Come certo avrai potuto constatare si tratta di servizi di alto livello, che vedono impiegate risorse umane preparare e qualificate. Servizi e convenzioni che sono il nostro fiore all’occhiello: qualità e cortesia che ci distinguono e ci rendono unici.
Abbiamo deciso che questi servizi non debbano però costituire un ulteriore aggravio di costi per la tua impresa. Per questo motivo, nella maggior parte dei casi, le tariffe non saranno aumentate nel 2008. Ci auguriamo che questo piccolo gesto ti sia gradito e ti invitiamo a rinnovare la tua iscrizione a Confartigianato-Assimprese.
Sarà un anno importante, affrontiamolo tutti insieme.

Ti invitiamo a ritirare la carta dei valori e dei servizi anno 2008 presso i nostri uffici e ti comunichiamo che, con la tua autorizzazione, provvederemo all’addebito sul tuo conto corrente bancario in data 31/01/08.

Share This