La Commissione Europea ha condannato i costruttori di automezzi medi e pesanti superiori a 6 tonnellate per aver favorito la costituzione di un cartello con l’obiettivo di incrementare i prezzi al dettaglio degli automezzi. Una decisione, questa, che consente alle imprese che hanno acquistato, anche tramite leasing, i propri autocarri nel periodo compreso fra gennaio 1997 e gennaio 2011, di recuperare il prezzo maggiormente sostenuto.

Confartigianato Bologna Metropolitana è in grado di offrire a tutte le imprese l’assistenza e l’analisi dei veicoli che potranno essere ammessi alla Class Action, compresa la valutazione di tutti i documenti necessari per ottenere il rimborso.

La somma ha molte possibilità di essere recuperata grazie all’accordo sottoscritto da Confartigianato Trasporti Nazionale, insieme ad altre Associazioni di trasportatori nazionali, con la Omni Bridgeway, primaria società specializzata nelle Class Action a livello Europeo. Questa società ha già incardinato la causa sul foro di Amsterdam, avendo raccolto l’adesione di migliaia di imprese europee e presenterà a breve il primo pacchetto di rivendicazioni. 

L’azione sarà portata avanti da avvocati ed economisti di primaria importanza a livello internazionale e per le imprese che parteciperanno alla causa collettiva con Confartigianato non vi saranno rischi neppure di dover rimborsare spese alle controparti in caso di non accoglimento. 

Per maggiori informazioni puoi telefonare al numero 0542 42112 oppure inviare una e-mail all’indirizzo: s.sangiorgi@assimprese.bo.it

Share This