Conto alla rovescia per Bonus cashaback e Lotteria degli scontrini

2 Dic 2020 | News

Bonus cashaback e Lotteria degli scontrini in rampa di lancio. I due provvedimenti che fanno parte del Piano cashless pensato dal Governo per dare la possibilità di avere dei ristorni o dei premi in denaro, soprattutto in caso di pagamento delle proprie spese con strumenti elettronici (bancomat, carte di credito, App, ecc.) entrano nella fase operativa.

Bonus cashback

E’ stato pubblicato sulla Gazzetta ufficiale il decreto del Mef (ministero dell’Economia e delle Finanze) che regola il Bonus cashback che dovrebbe andare a regime a gennaio 2021. Nel frattempo è prevista nel mese di dicembre (conclusione al 31) una fase sperimentale la cui partenza sarà resa pubblica a giorni sullo stesso sito del Mef. Dall’1 gennaio dovrebbe partire, come prevede il decreto pubblicato sulla Gazzetta ufficiale, il cashback di Stato.

La fase sperimentale prevede la possibilità di vedersi accreditati sul proprio conto corrente fino a 150 euro di bonus per gli acquisti (almeno 10 operazioni) fatti nei negozi fisici (quindi no online) con pagamenti elettronici (carta, bancomat, App). Il 10% delle spese fino a un tetto di 1.500 euro. Inoltre è previsto un premio (“super cashback”) da 1.500 euro euro ai primi 100mila consumatori che avranno fatto il maggior numero di acquisti con strumenti tracciabili sempre nello stesso periodo. L’erogazione del rimborso, prevista nel mese di febbraio 2021.

A regime il decreto prevede tre periodi di applicazione della misura:
a) 1° gennaio 2021 – 30 giugno 2021;
b) 1° luglio 2021 – 31 dicembre 2021;
c) 1° gennaio 2022 – 30 giugno 2022.

Per ciascuno dei periodi accedono al rimborso gli aderenti che abbiano effettuato un numero minimo di 50 transazioni regolate con strumenti di pagamento elettronici. In tali casi, il rimborso è pari al 10 per cento dell’importo di ogni transazione e si tiene conto delle transazioni fino ad un valore massimo di 1.500 euro, quindi 150 euro di rimborso che saranno erogati entro 60 giorni dal termine di ciascun periodo. 

Per saperne di più >>>>

Lotteria degli scontrini

E’ entrata nella fase operativa Lotteria degli scontrini, la cui partenza è prevista per il 1° gennaio 2021. Accedendo al portale https://www.lotteriadegliscontrini.gov.it/portale/, è attiva la sezione “Partecipa ora” dove è possibile chiedere e ottenere il codice lotteria (codice alfanumerico e codice a barre, abbinato al codice fiscale) che consente di partecipare alla Lotteria se esibito all’esercente al momento dell’acquisto.

Numerosi i premi in palio che a regime saranno distribuiti – sia a chi compra sia a chi vende – attraverso estrazioni settimanali, mensili e annuali.

Come partecipare

Per partecipare alla lotteria occorre mostrare al negoziante, al momento dell’acquisto di importo pari o superiori a 1 euro, il proprio “codice lotteria” che verrà abbinato allo scontrino. Ogni scontrino genera un numero di “biglietti virtuali” della lotteria pari a un biglietto per ogni euro di spesa, con un arrotondamento se la cifra decimale supera i 49 centesimi (per esempio, con 1,50 euro si ottengono due biglietti). Maggiore è l’importo speso maggiore sarà il numero di biglietti associati che vengono emessi, fino a un massimo di 1.000 biglietti per acquisti di importo pari o superiore a 1.000 euro.

L’esercente, attraverso un lettore ottico collegato al registratore telematico, effettua il collegamento tra lo scontrino e il codice lotteria del contribuente e trasmette i dati all’Agenzia delle entrate, in pratica come accade in farmacia con la Tessera sanitaria.

Rimangono esclusi dalla possibilità di partecipare alla lotteria degli scontrini gli acquisti effettuati presso esercenti che sono esonerati dall’emissione del documento commerciale (ad esempio, tabacchi, giornali, ecc.) o presso soggetti con attività “marginali” per le quali rimane l’obbligo di emissione dello scontrino/ricevuta fiscale.

E’ però prevista la possibilità di inserire le spese sanitarie, ma è necessario rinunciare alla detrazione. Le due possibilità (detrazione o lotteria) sono alternative e la scelta di detrarre oppure di partecipare alla lotteria spetta al contribuente su ogni singolo acquisto.

I premi

Le estrazioni “ordinarie” (quelle che prevedono il pagamento anche con contante) premiano solo i consumatori:
– sette premi di 5.000 euro ciascuno ogni settimana;
– tre premi da 30.000 euro ciascuno ogni mese;
– un premio di 1 milione di euro ogni anno.

Nel caso di estrazioni “zerocontanti” (dedicato esclusivamente ai pagamenti tramite strumenti elettronici – carte di credito, bancomat, ecc.), l’estrazione premia sia il consumatore, sia l’esercente:
– quindici premi da 25.000 euro ciascuno per il consumatore e quindici premi da 5.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni settimana;
– dieci premi di 100.000 euro ciascuno per il consumatore e dieci premi di 20.000 euro ciascuno per l’esercente, ogni mese;
– un premio di 5.000.000 di euro per il consumatore e un premio di 1.000.000 di euro per l’esercente, ogni anno.