Dal 6 dicembre l’Emilia Romagna torna gialla

5 Dic 2020 | News

L’Emilia Romagna torna in zona gialla. Il miglioramento degli indici con cui vengono decide le appartenenze delle regioni nelle varie aree del paese ha portato il ministro della Salute, Roberto Speranza, a firmare tre nuove ordinanze, in vigore dal 6 dicembre, con le quali si vanno a rimodulare le tre zone in cui è divisa l’Italia per fare fronte all’emergenza Coronavirus.

Le nuove zone

Area rossa: Abruzzo
Area arancione: Campania, Toscana, Valle D’Aosta, Provincia Autonoma di Bolzano, Lombardia, Piemonte, Calabria, Basilicata.
Area gialla: Emilia Romagna, Friuli Venezia Giulia, Marche, Puglia, Provincia di Trento, Veneto, Liguria, Umbria, Lazio, Molise, Sicilia, Sardegna.

Le misure per le zone gialle

Per le zone gialle sono possibili anche gli spostamenti tra regioni e comuni, purchè in zona gialla e fino al 21 dicembre, infatti è bene ricordare che in tutta Italia è in vigore il Dpcm 3 dicembre, che, indipendentemente dalla zona di appartenenza, impone una serie di limitazioni per il periodo natalizio.

In particolare:
– dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 saranno vietati gli spostamenti tra Regioni diverse (compresi quelli da o verso le province autonome di Trento e Bolzano), ad eccezione degli spostamenti motivati da comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute;

– il 25 e il 26 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 saranno vietati anche gli spostamenti tra Comuni diversi, con le stesse eccezioni (comprovate esigenze lavorative, situazioni di necessità o motivi di salute);

– sarà sempre possibile, anche dal 21 dicembre al 6 gennaio, rientrare alla propria residenza, domicilio o abitazione;

– dal 21 dicembre 2020 al 6 gennaio 2021 sarà vietato spostarsi nelle seconde case che si trovino in una Regione o Provincia autonoma diversa dalla propria. Il 25 e 26 dicembre 2020 e il 1° gennaio 2021 il divieto varrà anche per le seconde case situate in un Comune diverso dal proprio.