La Deama Srl di Toscanella, azienda associata a Confartigianato Assimprese, ha ricevuto, lunedì 30 ottobre, la visita di Miodrag Škoric, vicesindaco di Velika Plana, città serba in cui Deama ha realizzato uno stabilimento in procinto di iniziare le attività.
Deama Srl è un'azienda specializzata nelle lavorazioni di carpenteria metallica ad alto profilo tecnologico, mediante controllo numerico, taglio laser, saldatura robotizzata.
Il signor Škoric è stato ricevuto presso la sede principale di Deama Srl, in via Morandi, dai titolari Raffaele Romolo e Giulio Ferretti, dal sindaco di Dozza Antonio Borghi e da Massimo Pirazzoli, vicesegretario di Confartigianato Assimprese del territorio imolese.
Attualmente Deama occupa 40 persone in Italia e 6 nello stabilimento serbo. I programmi dell'azienda sono però di arrivare a quota 40/60 lavoratori anche a Velika Plana. L'investimento in Serbia ammonta a un milione di euro, utilizzati per l'immobile e per l'acquisto dei macchinari e delle attrezzature, che consentiranno all'azienda di produrre con la stessa qualità degli stabilimenti italiani. Allo stesso tempo Deama sta realizzando una nuova sede a Toscanella (nella nuova zona artigianale a nord della via Emilia), che dovrebbe accorpare le lavorazioni di quattro dei cinque capannoni oggi utilizzati. Ad assistere Deama in questo suo investimento all'estero è lo Sportello internazionalizzazione di Confartigianato: «E' significativo che anche le nostre piccole e medie imprese diano dimostrazione di saper cogliere le potenzialità della globalizzazione – dice Massimo Pirazzoli -. Certamente rispetto alle grandi realtà industriali le Pmi incontrano difficoltà maggiori, e per questo è indispensabile costruire un sistema di sostegno che coinvolga anche il sistema bancario, la Camera di commercio e infine i Comuni, attraverso le iniziative dei gemellaggi».

Nella foto allegata, da sinistra:
Antonio Borghi, Miodrag Škoric, Raffaele Romolo, Giulio Ferretti e Massimo Pirazzoli (ISOLAPRESS)

Share This