«Riavviare lo sviluppo. Stato, Regioni e imprese fra federalismo fiscale e sussidiarietà» era il tema scelto quest’anno per la tradizionale cena di gala organizzata da Confartigianato Assimprese, svoltasi al Molino Rosso di Imola, venerdì 13 marzo. Ospite d’onore era Massimo Cacciari, sindaco di Venezia, che è intervenuto al termine della cena, preceduto da Paolo Franceschi (vicepresidente di Confartigianato Assimprese), Amilcare Renzi (segretario di Confartigianato Assimprese), Daniele Manca (sindaco di Imola) e l’on. Massimo Marchignoli. Alla fine, al sindaco della città lagunare è stata donata una riproduzione su ceramica della mappa di Imola, disegnata da Leonardo. Molto soddisfatto dell’iniziativa è Amilcare Renzi: «La nostra annuale cena di gala è un appuntamento dedicato al confronto, all’ascolto di diversi punti di vista, poiché il dialogo è un elemento forte e fondamentale della cultura di Confartigianato. Il prof. Cacciari ci ha resi partecipi di una riflessione di alto profilo che certo ci ha arricchiti, come cittadini e come imprenditori». All’evento hanno partecipato tutti i vertici del mondo economico e istituzionale del territorio imolese e molti rappresentanti dell’area bolognese e regionale, fra cui Giampaolo Palazzi e Franco Ragonesi, rispettivamente presidente e segretario di Confartigianato Emilia Romagna.

Cacciari ha parlato del federalismo, dimostrando come fino a oggi in Italia non si astato veramente affrontato: «Sussidiarietà vuol dire delegare amministrazioni organismi enti a carattere privato a gestire anche direttamente settori fondamentali della vita pubblica. Purtroppo questi concetti fondamentali in teoria di federalismo nessuno in Italia li ha praticati. La Lega dopo un inizio, a mio avviso, promettente, ha proseguito con una politica di immagine, spot e pubblicità». Per questo, secondo Cacciari, serve una svolta culturale, che deve avere come protagoniste le imprese: «Voi imprenditori – ha detto rivolgendosi alla sala – svolgete un’opera sociale e dovete essere responsabilizzati anche dal punto di vista sociale e politico». La crisi, per Cacciari dovrebbe accelerare questo processo. Una crisi affatto a ciel sereno: «E’ stata prevista fin dagli anni Novanta. Bastava leggere gli analisti seri, non gli apologeti della deregulation. Non c’è mai stato un mercato senza regolazione». Per uscire dalla crisi, secondo Cacciari, serve responsabilità da parte di tutti, a cominciare dal mondo delle imprese: «Questo è il momento delle decisioni, non si può rinviare. Bisogna pensare a un riavvio di una stagione di riforme. La riforma federalista è interesse primario delle imprese, perché porta alla piena responsabilizzazione pubblica della stessa impresa privata».

>> La rassegna stampa dell'evento

I servizi televisivi sulla serata di gala organizzata da Confartigianato Assimprese venerdì 13 marzo, che ha visto come ospite d'onore e relatore finale il prof. Massimo Cacciari, sarà trasmesso:

SU CANALE 11
domenica 15 marzo alle 21.25
lunedì 16 marzo alle ore 9.45
martedì 17 marzo alle ore 20.05

SU 7 GOLD
il 23 marzo alle ore 12.20

SU NUOVARETE
il 16 marzo alle 23.15

SU TELE 1
martedì 17 Marzo ore 22.20
giovedì 19 Marzo ore 18.40
sabato 21 Marzo ore 13.05

Share This