Rinviata l’udienza di Confartigianato dal Santo Padre per l’emergenza sanitaria

7 Ott 2020 | News

L’emergenza sanitaria del Covid-19, che si sta riproponendo con forza in tutta Europa, ha costretto all’annullamento dell’Udienza con Papa Francesco che il mondo Confartigianato aveva in programma il 10 ottobre.

Lo hanno annunciato con queste parole il presidente nazionale di Confartigianato, Giorgio Merletti, e il segretario generale, Cesare Fumagalli: “Cari colleghi, siamo a comunicarvi una sofferta, anzi soffertissima, decisione che abbiamo dovuto prendere per l’annullamento dell’udienza con Papa Francesco che era fissata per sabato prossimo, 10 ottobre 2020. Decisione sofferta, sia perché l’evento di cui parliamo sarebbe stata una grande festa per tutti noi, nella gioia di incontrare il Santo Padre in Vaticano, ma ancora di più perché il motivo di questo annullamento è chiaramente legato alla tragedia della pandemia, che proprio in queste settimane sta vivendo una nuova crescita e proprio in questi giorni il Governo ha in corso l’emanazione di ulteriori provvedimenti restrittivi”.

In effetti l’evento avrebbe costituito un assembramento di più di duemila persone in uno spazio limitato e in un tempo ristretto per le procedure di ingresso in sala Nervi, oltre a tutta la logistica degli spostamenti a Roma. Alla luce della crescita dei contagi ciò non sarebbe stato possibile né gestibile.

“Per questo il Comitato di presidenza ha preso questa decisione, certamente non facile, ma che ha l’obiettivo di salvaguardare la salute dei nostri soci e delle loro famiglie. In questo abbiamo anche ascoltato la voce di diverse Associazioni che ci hanno chiesto di decidere in tal senso, o che ci avevano già annunciato – per gli stessi motivi – la loro rinuncia alla partecipazione”.