Davvero un grande evento ieri sera alla chiesa di San Domenico, a Imola, dove il coro e l’orchestra «I Romantici», diretti da Chris Pouw, ha eseguito magistralmente la Messa da Requiem, composta da Giuseppe Verdi in memoria di Alessandro Manzoni. Al concerto hanno assistito centinaia di persone, che hanno gremito la chiesa e applaudito a lungo e calorosamente i numerosi musicisti (ben 162 elementi), fra cui i solisti ?Marieke Steenhoek (soprano), Maaike Poorthuis (mezzosoprano), Angelo Villari (tenore), ?Ziyan Atfeh (basso). Il concerto era organizzato dall’Emilia Romagna Festival e sostenuto da Confartigianato Assimprese e Bcc Ravennate Imolese.

«Oggi – ha detto Amilcare Renzi, Segretario di Confartigianato Assimprese nei saluti – non possiamo non ricordare come Giuseppe Verdi e Alessandro Manzoni fossero portatori dei valori del Risorgimento. Il sostegno di una grande associazione nazionale come Confartigianato, che noi rappresentiamo a Imola, è oggi rafforzato da questa simbologia».
Un sostegno alla cultura che non viene meno, anche in tempi di crisi: «La cultura – ha continuato Renzi – è uno dei pilastri su cui costruire il futuro per le nuove generazioni. La fruizione della cultura ci accomuna, ci fa incontrare, ci rende saldi nella nostra identità e ci insegna ad aprirci al nuovo senza paura. Confartigianato Assimprese, è orgogliosa di essere fra le realtà che hanno contribuito a offrire alla città di Imola questa composizione che testimonia al mondo la grandezza della nostra nazione».

Share This