Home 9 News 9 Una ripresa trainata da digital economy e costruzioni

Una ripresa trainata da digital economy e costruzioni

13 Ott 2021 | News

lavoratore

La grande crescita delle costruzioni, trainate dal bonus 110%, è cosa nota, ma ad affiancare questo settore come motore della ripresa vi è anche la digital economy. La conferma viene dall’analisi settoriale contenuta nell’ultimo report Covid-19 di Confartigianato. Nella manifattura la produzione di computer ed elettronica nei primi sei mesi del 2021 è del 7,9% superiore allo stesso periodo del 2019, precedente allo scoppio della pandemia da Covid-19, mentre la domanda interna di macchinari, sostenuta dal credito di imposta per investimenti 4.0, fa salire gli ordinativi ai massimi degli ultimi 25 anni.

Nell’ambito dei servizi, il fatturato delle imprese dei servizi di informatica ed altri servizi d’informazione del primo semestre del 2021 sale del 10,9% rispetto allo stesso periodo del 2019; nel dettaglio i ricavi nel settore del software e consulenza informatica segna un +11,0%, mentre quello dei servizi informatici registra un +10,2%.

In grande crescita l’e-commerce, le cui vendite nei primi sei mesi del 2021 salgono del 58,8% rispetto al periodo pre-Covid-19, che traina la domanda di servizi di logistica: il comparto dei servizi postali e attività di corriere sale del 19,5%, la migliore performance tra tutti i settori oggetto della rilevazione trimestrale dell’Istat.

Segnali positivi si colgono anche dall’analisi dei dati sul mercato del lavoro del sistema Excelsior di Unioncamere-Anpal: le entrate previste per settembre-novembre 2021 delle imprese dei servizi informatici e delle telecomunicazioni sono 33.880, in aumento del 7,5% rispetto allo stesso periodo del 2019. Nel dettaglio per professione si registra un sensibile aumento (+17,3%) delle entrate di tecnici in campo informatico, ingegneristico e della produzione, con una elevata e crescente difficoltà di reperimento, che a settembre 2021 interessa il 54,5% delle entrate previste, in salita rispetto al 48,1% di settembre 2019.

Una recente analisi di Confartigianato sulla struttura imprenditoriale dei servizi digitali rileva la presenza di oltre 88 mila Mpi con 234 mila addetti, pari al 54,9% del settore, con un marcato dinamismo (+15,8%) dell’occupazione nell’arco di cinque anni.

lavoratore